IMPORTANZA WEB INFLUENCER

E-MAIL MARKETING
20 Novembre 2018
Negli anni passati per farsi pubblicità le aziende facevano uso di testimonial, ovvero personaggi famosi a cui si affidavano per sponsorizzare i loro prodotti ed evidenziarne la qualità. Se pensiamo ad uno sportivo famoso che pubblicizza una bevanda energetica, secondo l’immaginario collettivo quella bevanda sarà sicuramente utile perché lo dice una persona a cui si tende dare credibilità.
La figura dell’influencer è nata con l’avvento del web e dei social. Persone normali che riescono ad influenzare i propri coetanei grazie alla loro popolarità nel web data dai numerosi follower. Un influencer è un utente che ha migliaia o milioni di follower nei social; può essere uno Youtuber, un blogger, un Instagrammer o gestire semplicemente una pagina Facebook. Un utente per essere considerato influencer quindi deve avere tanti follower, creare molti tipi di interazioni ed essere considerato credibile e affidabile.
Un influencer deve essere quindi un mix tra un testimonial e un consumatore; la campagna in cui è il protagonista non dev’essere un semplice annuncio pubblicitario, ma deve sembrare un consiglio.
L’ambito che sta sfruttando di più gli influencer è sicuramente la moda, con esempi come Chiara Ferragni e Mariano di Vaio che vengono ingaggiati da case di moda per sponsorizzare i propri prodotti tramite post sui social. Gli Youtuber invece sono ragazzi che diventano popolari tramite video ironici oppure facendo recensioni di videogiochi. I più famosi arrivano anche ad avere 30 milioni di visualizzazioni!
Ed è cosi che nasce l’”influencer marketing”, ovvero la sponsorizzazione da parte delle aziende del proprio brand e dei propri prodotti tramite questi personaggi. Fare influencer marketing in modo efficace non è semplice, infatti bisogna essere in grado di scegliere l’influencer giusto per il nostro brand. Molte volte si sceglie solo in base al numero di seguaci, ma invece bisogna valutare anche il numero di commenti e altri tipi di interazioni, se il target delle persone che lo seguono sui social può corrispondere al target della nostra clientela.
Perché usare quindi questo tipi di marketing?
• Perché potremmo mirare ad un target di clientela più mirato;
• Aumentare la credibilità dell’azienda;
• Aumentare la visibilità del brand e aumentare le vendite.

BLOG SHYNIUP

no-repeat;center top;;

auto

Negli anni passati per farsi pubblicità le aziende facevano uso di testimonial, ovvero personaggi famosi a cui si affidavano per sponsorizzare i loro prodotti ed evidenziarne la qualità. Se pensiamo ad uno sportivo famoso che pubblicizza una bevanda energetica, secondo l’immaginario collettivo quella bevanda sarà sicuramente utile perché lo dice una persona a cui si tende dare credibilità.



La figura dell’influencer è nata con l’avvento del web e dei social. Persone normali che riescono ad influenzare i propri coetanei grazie alla loro popolarità nel web data dai numerosi follower. Un influencer è un utente che ha migliaia o milioni di follower nei social; può essere uno Youtuber, un blogger, un Instagrammer o gestire semplicemente una pagina Facebook. Un utente per essere considerato influencer quindi deve avere tanti follower, creare molti tipi di interazioni ed essere considerato credibile e affidabile.


Un influencer deve essere quindi un mix tra un testimonial e un consumatore; la campagna in cui è il protagonista non dev’essere un semplice annuncio pubblicitario, ma deve sembrare un consiglio.


L’ambito che sta sfruttando di più gli influencer è sicuramente la moda, con esempi come Chiara Ferragni e Mariano di Vaio che vengono ingaggiati da case di moda per sponsorizzare i propri prodotti tramite post sui social. Gli Youtuber invece sono ragazzi che diventano popolari tramite video ironici oppure facendo recensioni di videogiochi. I più famosi arrivano anche ad avere 30 milioni di visualizzazioni!


Ed è cosi che nasce l’”influencer marketing”, ovvero la sponsorizzazione da parte delle aziende del proprio brand e dei propri prodotti tramite questi personaggi. Fare influencer marketing in modo efficace non è semplice, infatti bisogna essere in grado di scegliere l’influencer giusto per il nostro brand. Molte volte si sceglie solo in base al numero di seguaci, ma invece bisogna valutare anche il numero di commenti e altri tipi di interazioni, se il target delle persone che lo seguono sui social può corrispondere al target della nostra clientela.


Perché usare quindi questo tipi di marketing?

• Perché potremmo mirare ad un target di clientela più mirato;


• Aumentare la credibilità dell’azienda;


• Aumentare la visibilità del brand e aumentare le vendite.

justify

no-repeat;center top;;

auto

no-repeat;center top;;

auto